Merano & Dintorni
Merano & Dintorni
Merano & Dintorni
Merano & Dintorni
Merano & Dintorni
Servizio attento, delizie gourmet in un ambiente raffinato e relax nel giardino ben curato: questa è la vacanza agli Hotel Bavaria und Palma.

Al giardino botanico di Merano un superbo mix di flora, fauna e storia

Il giardino botanico di Castel Trauttmansdorff a Merano


Il giardino botanico di Merano, il Museo Provinciale del Turismo, eventi musicali... tutto questo è Castel Trauttmansdorff! Il giardino non ha bisogno di presentazioni: vincitore del Garden Tourism Award del 2013, il giardino botanico di Merano si estende su 12 ettari, suddivisi in più di 80 ambienti botanici con una varietà floreale strabiliante. In mezzo a questo trionfo di verde sorge il castello, che ospitò nientemeno che l'Imperatrice Sissi e oggi offre spazio al Touriseum. Dal nostro hotel a Merano centro bastano pochi minuti in auto o in bus per raggiungere Castel Trauttmansdorff e le sue meraviglie.

Il giardino botanico di Merano: un po’ di storia

1988: il giardino botanico di Merano è ancora solo un'idea, concepita dall'ingegner Manfred Ebner e alcuni amici nel corso di un viaggio. Un'idea che diventa realtà dopo anni d'intensi lavori: il giardino botanico di Castel Trauttmansdorff viene inaugurato il 16 giugno 2001, una volta ultimata la sezione "Boschi del Mondo".

La storia del castello che ospita il giardino botanico di Merano ha inizio attorno al 1300, quando sul luogo sorgeva un castello chiamato Neuberg. Nel 1543 il maniero fu ereditato da Nikolaus von Trauttmansdorff, che ben presto perse interesse e lo lasciò in decadimento.

Nel 1846 il castello ormai in rovine entrò in possesso del conte Joseph von Trauttmansdorff che lo fece riparare e ampliare. Da allora il castello prese il nome di Castel Trauttmansdorff. Nel 1867, dopo la morte del conte, il castello fu ereditato dal cavalier Moritz von Leon. Pochi anni dopo la struttura ospitò l'Imperatrice Sissi: alla fine del XIX secolo Merano era infatti già nota in Europa per il suo clima mite e salubre.

Nel 1989 il castello divenne proprietà del barone Friedrich von Deuster, proveniente da Würzburg, che lo portò a nuovo splendore e fece allestire una sala in stile neorococò. Dopo la prima guerra mondiale il barone fu espropriato e il castello entrò in possesso dell'Opera Nazionale per i Combattenti.

Utilizzato dai militari tedeschi come deposito durante la seconda guerra mondiale, il castello fu depredato e lasciato decadere.

Nel 1977 Castel Trauttmansdorff fu acquisito dalla Provincia Autonoma di Bolzano. Le vecchie mura furono restaurate e il 15 marzo 2003 fu inaugurato il Touriseum, il Museo Provinciale del Turismo.

Le meraviglie del giardino botanico di Merano

Il giardino botanico di Merano si estende per ben 12 ettari attorno a Castel Trauttmansdorff. Fin dalla sua inaugurazione nel 2001, il giardino botanico di Castel Trauttmansdorf è una vera e propria calamita per turisti da ogni parte del mondo. La varietà di piante che vi crescono, grazie anche al clima mite e soleggiato, trova pochi pari al mondo. Già nel 2005, dopo soli 4 anni di attività, il giardino botanico di Merano è stato dichiarato il parco più bello d'Italia, mentre nel 2006 si è piazzato al sesto posto nella classifica dei più bei giardini d'Europa. Nel 2013 invece si è affermato come uno dei giardini più belli al mondo: un successo planetario!

Ma che cos'ha di tanto speciale il giardino botanico di Merano? Oltre 80 ambienti botanici divisi in 4 aree tematiche: I Giardini del Sole, Boschi del Mondo, Giardini Acquatici e Terrazzati e Paesaggi dell'Alto Adige. Per apprezzare i giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano non serve essere esperti botanici: paesaggi, colori, profumi... un insieme d'impressioni ed esperienze in grado di arrivare al cuore di chiunque.

Oltre a innumerevoli specie vegetali, il giardino ospita anche un'interessante fauna: nel terrario della nuova serra si possono incontrare svariate specie animali autoctoni ed esotici, dagli aracnidi ai rettili, dagli anfibi agli insetti.

Nelle sere d'estate il laghetto delle ninfee del giardino botanico si trasforma in un suggestivo palcoscenico per gli eventi di Merano, soprattutto concerti. Un'insuperabile cornice dal fascino chimerico tra l'alpino, il mediterraneo e l'esotico!

I privilegi degli Hotel Bavaria & Palma

Tutti i vantaggi in breve

Newsletter
Bewertungen